Tracker Satellitare storico salvato dai rottami

Tracker Satellitare storico salvato dai rottami

21 Settembre 2020 0 Di Noctis Lucis Caelum

l’Arnhemland Historical Society è riuscita a salvare uno dei localizzatori satellitari utilizzati negli anni ’60 e ’70 dal mucchio di rottami. Con l’intensificarsi della corsa allo spazio durante gli anni ’50 e ’60, ogni nazione voleva un pezzo di questa nuova tecnologia. Un certo numero di nazioni europee si sono riunite sotto forma di ELDO, l’Organizzazione europea per lo sviluppo dei lanciatori.

L’Australia è stata un partner in questo programma, con lanci dei razzi Europa-1 ed Europa-2 che si sono svolti da Woomera, nell’Australia meridionale. Inizialmente il programma IRBM Blue Streak cancellato dal Regno Unito ha fornito la prima tappa per Europa-1, ma questo è stato successivamente sostituito dal francese Diamant. La Francia ha fornito anche il secondo stadio Coralie oltre al terzo stadio Astris sviluppato in Germania.

Il localizzatore satellitare in fase di smantellamento presso la base difensiva del Sud Australia prima di essere trasportato a nord. (Foto: Arnhemland Historical Society)

Il primo lancio dell’Europa-1 avvenne nel 1966, con il razzo che funzionava bene, ma letture imprecise da una stazione radar che le trasmetteva al razzo per essere erroneamente istruite ad autodistruggersi. Su nove lanci, quattro hanno avuto successo, con i localizzatori satellitari ad Arnhemland che forniscono supporto per il monitoraggio. Alla fine, le numerose battute d’arresto tecniche portarono alla scomparsa di ELDO, che fu fusa negli anni ’70 in quella che oggi è l’Agenzia spaziale europea, con il suo sito di lancio principale a Kourou, nella Guinana francese.

I giorni alle stelle di Woomera potrebbero non essere ancora finiti, con la NASA che ha annunciato nel 2019 l’intenzione di utilizzare Woomera per i lanci.

Forse un giorno Arnhemland avrà il suo porto spaziale, con la vecchia traccia satellitare in mostra per ricordare quei primi giorni.

[Foto in alto: i localizzatori satellitari ELDO erano all’avanguardia quando si trovavano a Gove negli anni ’60. (Fornito: Arnhemland Historical Society)]