Philips Hue, da dove cominciare

Philips Hue, da dove cominciare

23 Settembre 2020 0 Di Noctis Lucis Caelum

Nel mondo della Smart Home un buon inizio per adeguarci ai comfort e al risparmio energetico può essere sicuramente l’illuminazione di casa.
Se non possiamo fare affidamento alle grandi case produttrici si sistemi Smart Home come Crestron, Control 4 o Vantage Controls o smembrare la casa per distribuire un infrastruttura KNX, Philips fa proprio il caso nostro.

Philips Hue è un ecosistema di illuminazione composto da lampadine connesse (Bluetooth e Bridge), controllori, sensori, alimentatori e app per smartphone e tablet.

Philips Hue si interfaccia con Amazon Alexa, Apple Homekit, Google Assistant ed altri marchi per il controllo intelligente dei dispositivi con comandi vocali o gestione remota, cioè da fuori casa.

Come iniziare ad installare Philips Hue a casa, da dove partire?

  • Prima di tutto consiglio di iniziare con lo Starter Kit, 59,00€ su Amazon, che è un pacchetto di prodotti Philips Hue atti ad iniziare questa esperienza con gli strumenti minimi indispensabili ossia, 2 lampadine E27 connesse, da soli 9w e 1 Philips Bridge.
  • Una volta ottenuto lo starter kit, vi basta installare le 2 lampadine in 2 ambienti preferiti della casa e collegare il Philips Bridge al router di casa seguendo poi le istruzioni per configurarlo.
  • In ultimo, installare l’app Philips Hue sul proprio smartphone.

Risultato? il completo controllo dei 2 punti luce installati, la possibilità di raggrupparli, dimmerarli, programmarli nelle accensioni e spegnimenti orarie, controllarle da fuori casa. creare scenari personalizzati e altro ancora.