LA CORTE ORDINA A GoDaddy DI TRASFERIRE I DOMINI PIRATA A NINTENDO

LA CORTE ORDINA A GoDaddy DI TRASFERIRE I DOMINI PIRATA A NINTENDO

30 Novembre 2020 Off Di Adalbert Steiner

L’ordine è stato richiesto dal rifiuto di GoDaddy di trasferire il dominio Stxwitch.com a Nintendo. (trovate la storia qui).

Sebbene il nuovo ordine si applichi a qualsiasi “variante o successore” dei negozi, non è chiaramente definito cosa significhi effettivamente.

Nintendo sta facendo tutto il possibile per fermare la distribuzione di pirateria abilitando hack e modchip, inclusi SX Core e SX Lite (Chip esclusivi per modificare le console Nintendo Switch e Switch Lite).

All’inizio di quest’anno, la società ha citato in giudizio un gruppo di noti “autori di reato” che vendono questi strumenti, il Team Xecuter (Trovate l’origine del Caso qui).

Dopo che i negozi non si sono presentati in tribunale, Nintendo ha richiesto una sentenza predefinita e un’ingiunzione permanente, che è stata concessa poco dopo.

L’ingiunzione è stata una chiara vittoria in quanto ha permesso al gigante giapponese del gioco di chiudere diversi siti, tra cui TXswitch.com, SXflashcard.com e Axiogame.com. Anche questi nomi di dominio sono stati successivamente trasferiti all’azienda. Tuttavia, quel successo non è stato permanente. Mentre alcuni negozi potrebbero essere scomparsi definitivamente, altri hanno continuato con nuovi nomi. Nel caso di Txswitch.com era abbastanza ovvio. Il giorno dopo che Txswitch.com è stato disattivato, il negozio è tornato su Stxwitch.com. Questo sito sembra quasi identico al vecchio e utilizza persino lo stesso logo e codice.

Questo tipo di “salto di dominio” è comune nei circoli pirata e Nintendo era in qualche modo preparata per questo. L’ingiunzione include una sezione in cui si afferma che “qualsiasi variante o successore” dei negozi è anche coperto, quindi Nintendo ha rapidamente chiesto al registrar di domini GoDaddy di sospendere anche il nuovo dominio. Tuttavia, GoDaddy ha rifiutato. Nonostante la menzione che i successori siano coperti, il registrar di domini ha richiesto una nuova ordinanza del tribunale che menziona specificamente Stxwitch.com. Per risolvere questa situazione di stallo, Nintendo è andata di nuovo in tribunale, chiedendo chiarimenti, che sono arrivati questa settimana sotto forma di un nuovo ordine, emesso dal giudice del tribunale distrettuale statunitense Thomas Zilly.

“STXWITCH.COM è un nome di dominio” variante o successore “poiché tale termine viene utilizzato nella sentenza”, scrive il giudice Zilly, sottolineando che tutti gli intermediari devono tagliare i loro legami con il sito. “Gli imputati e tutte le terze parti che agiscono in concerto e partecipazione attiva con gli imputati, inclusi i registrar, NON possono supportare o facilitare l’accesso a STXWITCH.COM e sono ORDINATI di cessare di utilizzare il nome di dominio STXWITCH.COM e trasferire immediatamente STXWITCH.COM a Il controllo di Nintendo.”

è probabile che GoDaddy abbia rifiutato la richiesta iniziale di Nintendo perché non voleva fare da arbitro. Tuttavia, i rifiuti futuri avranno un prezzo, poiché il giudice Zilly ha stabilito che il mancato rispetto apre la porta a sanzioni punitive e monetarie.

Ci sono molti registrar e registri stranieri che non rientrano nella giurisdizione dei tribunali statunitensi. Alcuni di questi richiederanno un ordine del tribunale locale da Nintendo, che ricomincerà il processo da capo.

Fonte: torrentfreak