IL GIOCO WWE DI 2K IN TRIBUNALE PER I TATUAGGI DI RANDY ORTON

IL GIOCO WWE DI 2K IN TRIBUNALE PER I TATUAGGI DI RANDY ORTON

29 Settembre 2020 0 Di Noctis Lucis Caelum

WWE e 2K vengono portati in tribunale per la raffigurazione dei tatuaggi sulla manica di un lottatore. L’Hollywood Reporter osserva che l’artista Catherine Alexander ha sfidato queste organizzazioni a motivo della ricreazione dei suoi disegni nei tatuaggi presenti sul modello del giocatore di Randy Orton, che lo rende il primo caso di controversia sul copyright sulla riproduzione di arte del tatuaggio in un gioco che processato.

Un giudice federale dell’Illinois ha emesso un giudizio sommario parziale che rileva che la serie di giochi WWE 2K ha copiato il lavoro di Alexander, e ora spetterà a una giuria decidere se ciò costituisce una violazione del copyright. Il caso è incentrato su sei tatuaggi sulle braccia di Orton, che sono stati tutti ricreati nel gioco, che Alexander non ha mai autorizzato a riprodurre.

Questa non è la prima volta che 2K è in tribunale per i tatuaggi, ma quando si è verificata una sfida simile relativa a NBA 2K, i tribunali si sono trovati a favore di 2K. Il caso non è mai stato portato in giudizio.

“La difesa è stata invocata con successo per consentire la copia di una porzione piccola e solitamente insignificante delle opere protette da copyright, non la copia all’ingrosso delle opere nella loro interezza come è avvenuto qui”, scrive il giudice Staci M. Yandle.

Il risultato per questo caso potrebbe avere implicazioni di vasta portata sul modo in cui i tatuaggi personali vengono gestiti nei giochi futuri.

Non è stato rilasciato alcun gioco WWE tradizionale nel 2020, con 2K invece che rilascia WWE 2K Battlegrounds, un titolo in stile arcade. Mentre il suo avatar in quel gioco sfoggia tatuaggi sulle braccia, non sono una corrispondenza esatta per il lavoro di Alexander.

Un nuovo gioco WWE 2K è previsto per il 2021.