“EMPRESS” CHIEDE FINANZIAMENTI PER CRACKARE I GIOCHI

“EMPRESS” CHIEDE FINANZIAMENTI PER CRACKARE I GIOCHI

28 Settembre 2020 0 Di Noctis Lucis Caelum

EMPRESS, Un cracker di giochi che in precedenza ha aggirato il rilevamento antipirateria di nome “Denuvo” e ha messo i giochi online afferma che, affinché questo suo lavoro di ” condivisione” continui, i pirati devono lavorare sodo.
EMPRESS” afferma che sono necessari finanziamenti per mantenere le versioni in arrivo, in parte per acquistare hardware ma anche per finanziare la vita quotidiana.
Non pagare un gioco per pagare il pirata? Ragazzi, fate bene i conti e valutate se ha senso questo controsenso.

Quando i meccanismi di protezione dei contenuti iniziarono ad essere distribuiti su larga scala nei videogiochi negli anni ’80, a nessuno importava davvero di quelli che venivano facilmente aggirati. Il motivo era semplice: non creavano problemi ai pirati, quindi non suscitavano molte emozioni.

In breve, i metodi antipirateria che hanno fatto il loro lavoro sono diventati i più famosi e hanno causato i problemi più grossi ai pirati. Fino a quando non è arrivato il successivo DRM “indistruttibile”.

Denuvo, sistema di protezione antipirateria è un obiettivo quotidiano e se ne parla costantemente.

In precedenza, i gruppi di Scene come CODEX, CPY e STEAMPUNKS avevano mantenuto le cose equilibrate, con la precedente assistenza di giocatori P2P tra cui Voksi e Baldman. Ora, tuttavia, l’attenzione è focalizzata su un individuo e potenziale salvatore noto come “EMPRESS” ma non senza controversia.

Negli ultimi due anni, i giochi Denuvo crackati sono stati rilasciati con i marchi EMPRESS e C000005, con il sospetto iniziale che probabilmente fossero una persona sola. In effetti, parlando con TorrentFreak questa settimana, EMPRESS ha ammesso che sono la stessa cosa.

Tuttavia, mentre i gruppi di Scene mantengono la copertura, EMPRESS è ora più pubblico che mai, postando su siti come Reddit per conversare con i fan e coloro interessati alla scena scoppiettante. È interessante notare che la proposta ora è leggermente diversa.

In termini di presentazione, sembra un po ‘come una campagna di crowdfunding, con ricompense offerte ai donatori in cambio di nuove versioni di giochi e persino riconoscimenti pubblici nei file NFO.

“Perché tutto questo avvenga, avrò bisogno di tutto il tuo sostegno. Pubblicherò alcuni indirizzi di monete di seguito e due modi per contattarmi direttamente “, si legge nell’annuncio.

“Ognuno di voi che fa una donazione e mi contatta per confermare la sua donazione può ricevere la sua richiesta di essere aggiunto come collaboratore nell’NFO del prossimo rilascio. I contributori più grandi riceveranno il privilegio di aggiungere anche 100 messaggi di caratteri a loro scelta che tutti potranno vedere, nell’NFO. Potrebbe anche essere l’autopromozione, ma niente *********. “

DOVE ANDRANNO A FINIRE I SOLDI?

EMPRESS informa TF che i soldi saranno spesi per l’acquisto di giochi, hardware e spese personali

“I fondi che riceverò verranno utilizzati per il costo della vita, per testare l’hardware e per acquistare i giochi stessi. Le persone possono anche contribuire regalandomi i suddetti giochi contattandomi tramite posta o qtox, in modo che una parte maggiore dei fondi possa essere destinata all’hardware per i test “, spiega EMPRESS.

Questa allocazione di fondi è in gran parte in linea con le informazioni precedentemente rilasciate insieme a una versione crackata da EMPRESS di SoulCalibur VI, che conteneva anche uno swipe a un certo gruppo antipirateria descritto come una società di “spazzatura” e “controllo” che cerca di prendersi la libertà lontano dai consumatori.

L’unico motivo per cui esiste Denuvo è perché ai pirati piace ottenere giochi gratuitamente. Se le persone volessero sempre pagare per i giochi, la società stessa cesserebbe di esistere. Visto in un altro modo, il modo migliore per uccidere Denuvo per sempre è che le persone smettano di piratare i giochi.

Dato che ciò non accadrà, Denuvo sta attualmente facendo il suo lavoro di proteggere i giochi e purtroppo viene visto da molti utenti giovani come un grande uomo nero e cattivo.

Secondo la discussione avuta tra EMPRESS e Torrentfreack, questo progetto di finanziamento per crackare i giochi avverrà e avverrà unicamente perchè è un suo sogno un suo progetto, il suo pensiero di “vita” presente e futura.
Attenzione a non confondere la ca**a con la cioccolata e antenne dritte sulle fregature, Se un Cracker riesce a vendere un gioco che non è riuscito a venderti Microsoft… allora c’è qualcosa che non va, non è un corretto metodo di remunerazione, non è un corretto metodo di finanziamento e cosa più importante, è semplicemente illegale.