EA, CANADA, CITATA IN GIUDIZIO PER I PACCHETTI AGGIUNTIVI A PAGAMENTO

EA, CANADA, CITATA IN GIUDIZIO PER I PACCHETTI AGGIUNTIVI A PAGAMENTO

21 Ottobre 2020 0 Di Noctis Lucis Caelum

TROPPE VOLTE abbiamo visto MEME sulle azioni ambigue di EA, che per avere un qualsiasi esperienza aggiuntiva al gioco che hai già pagato (e non poco), devi pagare ulteriormente o dovrai rinunciarvi.

Una causa legale collettiva è stata intentata contro EA Games in Canada, con i querelanti che sostengono essenzialmente che il gigante dei giochi trae profitto da un’attività di gioco d’azzardo illegale vendendo bottini casuali per denaro vero. È notevolmente simile a una causa intentata contro EA in California lo scorso agosto, secondo cui la modalità Ultimate Team di FIFA è essenzialmente gioco d’azzardo.

La causa canadese è stata individuata per la prima volta da The Patch Notes, un blog legale incentrato sull’industria dei giochi. Le note sulla patch hanno trovato e caricato l’intero Avviso di reclamo civile, che contiene tutti i dettagli sulla causa.

La causa è stata intentata contro EA da due persone che si descrivono come clienti di EA. Si dice che uno abbia acquistato “forzieri” per i giochi Madden NFL di EA, mentre l’altro ha acquistato “forzieri” per vari giochi NHL. Come azione legale collettiva, tuttavia, l’azione è stata intentata contro EA per conto di tutti coloro che hanno acquistato un “forziere o bottino o pacchetto aggiuntivo” in uno qualsiasi dei giochi di EA dal 2008, il che potrebbe trasformarsi in un gran bel pagamento da parte di EA se la causa avesse successo.

Come altre azioni collettive che sono state portate in giro per i bottini, la causa cita sezioni del codice penale canadese rilevanti per il gioco d’azzardo per affermare che anche i forzieri dovrebbero essere considerate un tipo di gioco d’azzardo. Cita anche altri precedenti internazionali, come l’applicazione giapponese e coreana della regolamentazione su questi forzieri, le recenti leggi dei Paesi Bassi e del Belgio contro i pacchetti casuali e le indagini in corso nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

Si noti che, in quanto azione legale collettiva, questa è una causa civile e quindi non ha alcuna relazione con la regolamentazione del governo, sebbene un risultato positivo per i querelanti possa esercitare pressioni sul governo per introdurre una nuova legislazione.

Il Canada attualmente non ha leggi sui pacchetti casuali e non ha ancora adottato misure per esaminare il problema. Altri paesi in tutto il mondo hanno valutato il legame tra questi paccehtti e il gioco d’azzardo, con paesi come i Paesi Bassi e il Belgio che hanno adottato misure per regolamentare i forzieri e altri, come la Nuova Zelanda e la Francia, concludendo che i forzieri non costituiscono gioco d’azzardo.