APPLE COINVOLGE VALVE NELLA LOTTA CONTRO EPIC GAMES

APPLE COINVOLGE VALVE NELLA LOTTA CONTRO EPIC GAMES

20 Febbraio 2021 Off Di Noctis Lucis Caelum

Apple ha citato in giudizio Valve a novembre come parte del contenzioso in corso con lo sviluppatore di Fortnite Epic Games, e chiede che Valve fornisca ampi dati sulle vendite per oltre 400 giochi, secondo un nuovo deposito (tramite PC Gamer).

Apple sta lottando contro gli sforzi di Epic che intendono evitare di pagare le tariffe dell’App Store iOS.

Apple sostiene che i dati di Valve siano necessari per calcolare la dimensione del mercato dei “canali di distribuzione disponibili” di Epic, poiché Epic potrebbe teoricamente offrire i suoi giochi tramite Steam oltre ad altri mercati digitali.

Ma i dati sono anche immensamente preziosi per valutare il mercato di giochi e app, uno spazio in cui l’App Store iOS di Apple continua a competere con il mercato Steam di Valve. Valve sostiene che le richieste di Apple sono straordinarie e sta contestando l’ordine.

In una richiesta, Apple chiede a Valve di procurarsi documenti che dimostrino quanto segue:

(a) vendite annuali totali di app e prodotti in-app; (b) ricavi pubblicitari annuali da Steam; (c) vendite annuali di prodotti esterni attribuibili a Steam; (d) entrate annuali da Steam; e (e) guadagni annuali (lordi o netti) da Steam.

Apple sostiene che questi dati sono “cruciali” per aiutarla a determinare “la dimensione totale del mercato per i canali di distribuzione digitale disponibili di Epic”. I tribunali hanno già chiesto a Samsung di fornire informazioni “quasi identiche”, ha affermato Apple nel deposito. Inoltre, Apple richiede anche che Valve si procuri documenti che mostrano:

(a) il nome di ciascuna App su Steam; (b) l’intervallo di date in cui l’App era disponibile su Steam; e (c) il prezzo dell’App e di qualsiasi prodotto in-app disponibile su Steam

Valve sostiene che le richieste sono eccessivamente ampie. Secondo la dichiarazione di posizione di Valve nel deposito, “Apple ha fornito a Valve un elenco di 436 videogiochi che si dice siano disponibili su Epic Game Store e Steam, e (a) ha chiesto a Valve di identificare, dal 2015 ad oggi, ogni versione e tutte le versioni digitali contenuto o elementi per ciascuno di questi giochi su Steam, quindi (b) fornire informazioni esaustive su tutti loro.

“Le informazioni richieste includono le date di vendita, le variazioni di prezzo, i ricavi lordi per “versione del gioco e articolo, suddivisi individualmente” e i ricavi di Valve “relativi a queste versioni, contenuti e articoli”.

Valve sostiene che queste richieste “imporrebbero a Valve un onere straordinario per interrogare, elaborare e combinare una quantità enorme di documenti per creare i documenti che Apple cerca” e che non conserva questi dati come parte del “normale corso degli affari”. (Il deposito rileva inoltre che Apple ha ridotto la richiesta di dati da “tutti i 30.000 e più giochi su Steam in dieci anni” a “436 giochi in sei anni”.)

Valve sostiene anche che “gran parte di ciò che Apple cerca sono informazioni sulle vendite e sui prezzi per giochi di terze parti“, ma che la società sta prendendo una “scorciatoia” citando in giudizio Valve invece di ottenere le informazioni direttamente da sviluppatori di terze parti.

Mercoledì, Epic ha presentato un reclamo formale antitrust contro Apple alla Commissione europea, sostenendo che Apple ha “non solo danneggiato, ma completamente eliminato la concorrenza nella distribuzione delle app e nei processi di pagamento“.

Fonte: theverge