5 MOTIVI PER COMPRARE UNA XBOX SERIE S

5 MOTIVI PER COMPRARE UNA XBOX SERIE S

6 Novembre 2020 Off Di Adalbert Steiner

Questo Natale (o il 2021) potrebbe metterci davanti alla scelta ardita di acquistare la nuova console next-gen, ma in quale versione? Serie X o Serie S?
XBOX serie S potrebbe essere un ottimo compromesso che offre la qualità e l’accesso dei giochi next-gen a soli 299€.

La GPU RDNA 2 e la CPU Zen 2 di AMD integrate nella serie S sono versioni di hardware ridotte rispetto ciò che è nella serie X, l’architettura è la stessa. L’obiettivo di Microsoft per la serie S è quello di raggiungere la risoluzione di 1440p invece del 4K completo, che è ancora molto ambizioso, tutto sommato. Quando si riproducono giochi ottimizzati sulla console più piccola, è impressionante vedere quanto sono efficaci!

1. PRESTAZIONI NEXT-GEN

Gears 5 funziona alla grande; potrebbe non offrire la stessa definizione dei sistemi più potenti e se collegata ad un display 4K non avrai i dettagli nitidi al 100%, ma si ottengono comunque 60 fps coerenti con quella che sembra essere una risoluzione di 1080p o 1440p. La serie S avrebbe le potenzialità per raggiungere i 120 fps come la sua controparte più potente, se le ottimizzazioni del gioco lo consentono e se si dispone (ovvio) di un display a 120 Hz adeguato. Come parte dell‘ottimizzazione di Gears 5, è disponibile l’opzione per eseguire 120 fps in multiplayer. Una manciata di giochi è pianificata per sfruttare le capacità a 120 fps, come Ori and the Will of the Wisps e Dirt 5, anche se non siamo sicuri che ciò comporterà notevoli compromessi visivi.

Forza Horizon 4 su XBOX serie S è una straordinaria prova di ciò che può fare la console. È in grado di raggiungere i 60 fps e mantenere il suo fantastico dettaglio visivo a quella che sembra una risoluzione di 1080p o 1440p. Su una TV 4K, l’immagine non è nitida come sulla serie X, ma per il resto è tutto da godere. Un caso curioso è Yakuza: Like a Dragon. Il gioco offre in realtà le stesse due opzioni grafiche che offre su Series X, anche se ridimensionato per l’hardware di Series S. La modalità “Alta risoluzione” sembra fare 1440p a 30 fps, e la modalità “Normale” sembra essere 1080p a 60 fps fluidi. (Sulla serie X, le modalità offrono 4K a 30 fps e 1440p a 60 fps,). Ciò potrebbe significare che in futuro potrebbero apparire opzioni simili anche per i giochi ottimizzati per la serie S.

2. RETROCOMPATIBILITÀ

La XBOX serie S offre la total retrocompatibilità garantita sa Microsoft per le console precedenti. Ma bisogna chiarire come funziona.

La retrocompatibilità su XBOX serie S è differente rispetto la serie S.
Se arrivate da una XBOX ONE X non avrete la qualità visiva dei suoi giochi, la XBOX serie S farà girare i giochi della ONE e non quelli potenziati per ONE X, garbuglio di parole lo so, ma rileggendolo capirete meglio.
In soldoni, la XBOX serie S è retrocompatibile solo con le versioni di giochi “base” e non quelli potenziati per le versioni X/S della generazione precedente.
Differentemente, la XBOX sere X riprodurrà la versione dei giochi potenziati per XBOX ONE X.

Ad esempio, quando giochi a Final Fantasy XV su Series X, puoi accedere ai miglioramenti di One X, che ti consentono di scegliere di aumentare la frequenza dei fotogrammi o aumentare la fedeltà visiva. Quando giochi su Series S, giochi semplicemente alla versione Xbox One di base che gira a 30 fps limitati con la sua sfocata risoluzione sub-1080p. Doom Eternal è stato migliorato per One X e funziona alla grande anche sulla Series X, ma è un po ‘deludente giocare alla versione Xbox One di base sulla Series S, che limita la risoluzione a 900p sfocati per mantenere i 60fps.

3. SSD ULTRAVELOCE

Non sono state fatte distinzioni di performance, la XBOX serie S contiene lo stesso tipo di unità di archiviazione interna della Serie X, quindi otterrai gli stessi tempi di caricamento ultraveloci.
L’unica pecca è un taglio importante delle dimensioni dell’SSD. L’unità interna da 512 GB arriva effettivamente a 364 GB di spazio libero utilizzabile. Considerando le dimensioni dei giochi, non è molto spazio di archiviazione. Se giochi costantemente a titoli come il Call of Duty più recente, beh, fondamentalmente un terzo del tuo disco consideralo andato.

Da notare che, i giochi per serie S in smart delivery peseranno meno rispetto quelli per la serie X, quindi Microsoft ricorda che lo spazio è inferiore sì, ma anche i giochi lo sono.
Questo aiuta un pò, sì, ma non molto…

Soluzione: Comprare l’unità di archiviazione esterna (200+€) oppure collegare esternamente un HDD/SSD USB 3.0 a prezzo ridotto.

4. USER EXPERIENCE

L’interfaccia utente è la stessa; è scattante come sulla Series X e Quick Resume funziona esattamente come previsto. Sospendere un gioco fino a cinque o sei giochi e saltare da uno all’altro in pochi secondi è piuttosto piacevole. E anche il fatto che i giochi rimangano sospesi dopo aver spento il sistema o scollegato il cavo di alimentazione è davvero TOP.

5. ESTETICA DELLA CONSOLE

A differenza della serie X, imponente e verticale, questa è decisamente ridotta e facilmente collocabile nel classico mobile sotto la TV considerando sempre un margine superiore di spazio per far respirare la grande ventola.

RESOCONTO FINALE

La serie S potrebbe essere un ottimo sistema economico complementare, ad esempio, a un sistema PlayStation 5 o Nintendo Switch. Se vuoi solo accedere a ciò che la piattaforma offre ora o a ciò che accadrà nel futuro di Xbox.
La differenza di dettagli/definizione grafica è a mio avviso un divario sormontabile e da poco peso, considerando che magari la maggior parte di noi non possiede ancora un TV 4K e quindi una serie X sarebbe letteralmente SPRECATA.
Avere una console next-gen per 299€ è la scelta giusta per gli appassionati.